alimenti bambini
mamme

Alimenti per bambini fai da te: economici, facili e nutrienti

Alimenti per bambini fai da te: economici, facili e nutrienti. Preparare il cibo del tuo bambino potrebbe sembrare intimidatorio, ma non deve esserlo!

Non sai da dove cominciare quando il bambino è pronto per i suoi primi pasti? Ti chiedi se dovresti acquistare cibi preparati biologici? Concentrati su marchi famosi ma preoccupati per i richiami? Fare la tua pappa fai da te è una scelta eccellente quando il bambino raggiunge i 6 mesi di età.

Se non hai mai preparato la tua pappa né conosci nessuno che l’abbia fatto, probabilmente suona travolgente. Ma in realtà è molto facile! È vero, ci vuole più tempo che aprire un barattolo di roba comprata in negozio, ma non tanto quanto pensi. La maggior parte degli alimenti può essere preparata in anticipo e congelata.

Equipaggiamento necessario
Probabilmente hai già tutto ciò di cui hai bisogno in cucina: una casseruola, qualcosa per passare il cibo (frullatore o robot da cucina), una vaschetta per i cubetti di ghiaccio e una forchetta. E per finire, l’unica abilità in cucina di cui avrai bisogno è sapere come far bollire l’acqua.

Alimenti per bambini fai da te: Iniziare

Prima di introdurre il tuo bambino al mondo dei sapori di frutta e verdura, gli esperti consigliano un cereale per bambini fortificato con ferro. Diluirlo con il latte materno e servirlo con un cucchiaio, utilizzando gradualmente meno liquido man mano che il bambino si adatta a una consistenza più densa.

Non sorprenderti quando il bambino lo spinge indietro dalla bocca sulla lingua: l’allattamento è un modo diverso di mangiare. Non arrenderti, sii paziente e dai al bambino morsi molto piccoli e liquidi per iniziare.

Frutta e verdura mescolate in una purea sono i migliori alimenti per principianti del bambino. La maggior parte dovrà essere bollita o cotta a vapore finché non saranno teneri e schiacciabili.

Dopo aver bollito o cotto a vapore una serie di alimenti per bambini fai da te, lasciali raffreddare. Quindi metti il ​​cibo cotto in un frullatore o robot da cucina e frullalo in una purea. Aggiungere un po’ di acqua di cottura quanto basta per ottenere la giusta consistenza. Dovrebbe essere molto liscio (senza grumi!) ma più denso di un liquido. Fatto!

Conservare il cibo del bambino
Una volta terminato un lotto, imposta fino a 1-2 giorni in un contenitore coperto in frigorifero e congela il resto in lotti delle dimensioni di un pasto per un massimo di 2 mesi.

Molte mamme versano le puree nelle vaschette per i cubetti di ghiaccio e le congelano per utilizzarle in seguito. Una volta che il cibo del bambino è congelato, trasferisci i cubetti di cibo in un sacchetto per il congelatore, facendo uscire l’aria mentre lo chiudi. Scrivi il cibo e la data in cui è stato congelato sulla borsa.

Scongela i cubetti di alimenti per bambini congelati nel frigorifero, mettendo tutti i cubetti che desideri in un sacchetto di plastica più piccolo e sigillabile fino allo scongelamento. Oppure scongelalo nel microonde, mescolando e controllando la temperatura per assicurarti che non ci siano punti caldi nella pappa. Non servire mai cibo bollente a un bambino: la temperatura ambiente o leggermente più calda è la cosa migliore.

Le migliori scelte per i bambini

Alcune gustose opzioni cotte includono carote, zucca, broccoli, patate, mele, pere e spinaci. Le banane mature e gli avocado sono scelte deliziose che non richiedono cottura: basta schiacciarle con una forchetta.

Quando si preparano le pappe, non aggiungere mai sale, zucchero o miele. (Nota: i bambini non dovrebbero avere miele fino a quando non hanno almeno 1 anno.) Inizia con cibi singoli, come la zucca, e servi lo stesso cibo per 3-5 giorni prima di provare un altro bene. Questo ti aiuterà a capire cosa piace al bambino e se reagisce a qualsiasi cibo.

Se hai una storia familiare di determinate allergie alimentari, verifica con il medico del bambino prima di introdurre quei cibi particolari.

I bambini in genere imparano a mangiare cibi passati lentamente: coordinare la lingua e le gengive è una nuova abilità che sta sviluppando! Dai piccoli assaggi, aumentando la quantità sul cucchiaio del bambino man mano che impara a mangiare. Una volta che il tuo piccolo ha imparato l’arte di mangiare cibi passati, puoi aggiungere gradualmente consistenza schiacciando il cibo del bambino mentre procedi a macinare o tritare gli alimenti del bambino.

Tra i 7-9 mesi, la maggior parte dei bambini svilupperà la presa a tenaglia dito-pollice, questo è il tuo suggerimento per iniziare a dare al bambino pezzi delle dimensioni di un morso (forme strane, mai completamente rotonde, che possono essere un rischio di soffocamento).

Continua ad allattare il bambino
Anche se introduci il bambino ai suoi primi alimenti a 6 mesi di età, l’AAP raccomanda di continuare ad allattare al seno mentre vengono introdotti cibi solidi, almeno fino al primo compleanno del bambino e oltre, se lo desideri. Allattare prima di ogni pasto e poi introdurre i primi alimenti è una buona pratica raccomandata per garantire che il bambino riceva la nutrizione vitale prima dal latte materno e principalmente quando il palato del bambino si espande per includere anche altri alimenti.

Leggi anche Portare il bambino a casa: le prime ore e i primi giorni

Cucinare frutta e verdura per bambini

Lavare e tagliare secondo necessità; rimuovere bucce, gambi, semi, ecc.
Tagliare in piccoli pezzi
Far bollire il cibo in una casseruola con acqua che copre appena il cibo, ridurre la temperatura per far sobbollire una volta che l’acqua bolle fino a quando il cibo è schiacciabile con la forchetta
Cuocere a vapore il cibo in una casseruola in un cestello che si trova appena sopra l’acqua fino a quando non si schiaccia una forchetta
Risparmiare un po’ d’acqua per diluire la purea secondo necessità

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...