mamme

Caso di ansia di tuo figlio: cosa fare

Caso di ansia di tuo figlio: cosa fare. Il tuo bambino impazzisce mentre è in presenza di un nuovo essere umano? Scappano anche da un non estraneo come la nonna? Il comportamento timido del tuo bambino potrebbe confonderti, specialmente se è stato fin troppo felice di essere passato dalle braccia di una persona all’altra senza troppe storie quando era un bambino.

Ma quando i bambini crescono, è normale che provino un’ansia più strana quando vengono trasmessi a qualcuno che non conosce. Fa tutto parte del tuo bambino che impara a distinguere tra chi gli piace (te) e chi non gli piace (gli estranei). Naturalmente, questo tipo di ansia nei neonati e nei bambini piccoli può rendere genitorialiancora più complicato.

Come fa una mamma a fare una corsa veloce con Target se il suo piccolo impazzisce per ogni persona che vede? Niente panico; questa fase non dura per sempre.

Mentre alcuni bambini potrebbero superare l’ansia sconosciuta una volta raggiunti gli otto mesi , in genere riaffiora a 12-15 mesi e potrebbe anche rimanere fino a 24 mesi prima di diminuire. Perché tuo figlio passa dal correre tra le braccia della nonna a scappare via urlando da lei? Gli esperti non sono sicuri. Anche se saranno d’accordo che è un comportamento del tutto normale (assicurati di dirlo alla nonna).

Se stai riscontrando ansia da estraneo nel tuo bambino o bambino, ecco cosa devi sapere per aiutare a gestire la sua paura degli estranei.

Cos’è l’ansia da estraneo?

L’ansia da estraneo descrive la sensazione di disagio che il tuo bambino prova in presenza di coloro che non gli sono familiari. Non è un segreto che i bambini preferiscono le loro mamme (e chi potrebbe biasimarli?). L’ansia più strana nei bambini viene solitamente espressa tra i sette ei dieci mesi. Tuttavia, questa paura potrebbe manifestarsi nei bambini di tre mesi. Non solo questa parte della crescita, ma per fortuna non dura più di un paio di mesi.

I genitori potrebbero quindi sperimentare una breve tregua prima che il loro pericolo sconosciuto alzi di nuovo la sua brutta testa intorno ai 12 mesi , dissipandosi di nuovo tra i 15 ei 24 mesi. Succede nel momento in cui un bambino si rende conto che c’è ordine in questo mondo, cioè ha una relazione con le persone con cui trascorre più tempo… come te!

Di conseguenza, capiscono anche di avere una connessione diversa con gli estranei, il che li fa sentire ansiosi . Questo spiega perché bramano il familiare e vogliono attaccarsi come colla a te mentre corrono, scalciano e urlano dal non familiare.

Come puoi mantenere lo spazio per la paura degli estranei di tuo figlio?

Ignorare o respingere la paura degli estranei di tuo figlio potrebbe solo rendere le cose più angoscianti per loro. È importante onorare ciò che sta vivendo il tuo piccolo. Ogni bambino reagirà in modo diverso agli estranei – alcuni bambini potrebbero non provare affatto l’ansia degli estranei – e questo è perfettamente OK. Riconoscere l’esitazione di tuo figlio quando si tratta di estranei ti permette di dare spazio alle loro paure e rassicurarli in un modo che non sminuisce i loro sentimenti .

Quali sono alcuni modi per rassicurare tuo figlio?

Caso di ansia di tuo figlio. Un po’ di rassicurazione fa molto. Se il tuo bambino sembra turbato in compagnia di estranei, fai del tuo meglio per fargli sapere che è tutto a posto. Potresti anche voler rimanere a portata di mano in modo che tuo figlio sappia che è “sicuro” per interagire con questa nuova persona. È anche una buona idea rassicurare lo “straniero” – che sia la nonna o il tuo vicino – che tuo figlio sta vivendo un’ansia da estraneo. In questo modo, non si sentono rifiutati e possono avvicinarsi a tuo figlio da una prospettiva più informata e compassionevole.

Come dovresti presentare tuo figlio agli estranei?

Un graduale riscaldamento con nuove persone è un buon modo per alleviare l’ansia di tuo figlio. Ad esempio, invece di lasciare il tuo bambino all’asilo o a casa di una nuova babysitter , potresti voler prima che tuo figlio visiti l’asilo e incontri i suoi assistenti. In alternativa, potresti invitare la babysitter a casa tua in modo che il tuo piccolo possa prima familiarizzare con loro. Potresti anche fargli giocare un gioco o due per stabilire una connessione. Questa strategia di riscaldamento può essere utilizzata anche per i membri della famiglia come la nonna o il nonno, che potrebbero anche ricevere il trattamento di “pericolo sconosciuto”.

Per rendere più facile questa transizione per i bambini, mentre li presenti a una nuova persona, invitali a sedersi sulle tue ginocchia o a tenerli per mano durante l’interazione. Se puoi, presenta lo sconosciuto al bambino nella sua casa. La stanza di un bambino è il loro spazio sicuro e li aiuterà a connettersi meglio con la nuova persona. Tieni vicino l’amore di tuo figlio anche quando incontri degli sconosciuti e mantieni la calma, mamma. I bambini possono percepire l’ansia, quindi quando sei sicuro li rassicura che tutto andrà bene.

Leggi anche Bambino introverso: come sto imparando a sostenerlo

Quindi, andare piano è un’idea solida?

In una parola, sì. L’ansia da estraneo è un processo lento che richiede molta compassione e pazienza. Ricorda solo che hai diritto a una notte libera, soprattutto se hai genitori che sono più che disposti a prendersi cura del tuo piccolo. Ma il tuo bambino non può esattamente prendersi una notte libera dalla sua strana ansia. Mantieni quel pensiero centrato: ti aiuterà a ricordare che è importante non spingere il tuo bambino o il tuo bambino a stare con estranei finché non sono pronti.

L’ansia da estraneo può essere frustrante e, sfortunatamente, può richiedere diversi mesi per essere superata. Ma con la giusta dose di empatia e amore, il tuo bambino sarà pronto per una babysitter in pochissimo tempo!

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...