Come si prende in braccio un neonato
mamme

Come si prende in braccio un neonato? La guida per non sbagliare

Come si prende in braccio un neonato? Questa è una delle domande che i genitori si chiedono non appena nasce il loro primo figlio. Spesso i papà invece, iniziano ad allenarsi già mesi prima del parto per essere pronti ad abbracciare e a tenere al sicuro i propri neonati. Quest’ultimi infatti, hanno sempre paura di essere inadeguati e si ritrovano a dover combattere contro la paura di sbagliare e di non essere capaci.

Tenere in braccio un neonato a differenza di quanti possano pensare, è un gesto molto semplice da svolgere. Basta un po’ di pratica per non avere nessun problema e per non incappare in situazioni spiacevoli soprattutto durante le prime settimane di vita del proprio neonato. Le manovre per tenere il piccolo convengono tutte in una principale regola: Sostenere in alto la testa.

Come si prende in braccio un neonato? La guida per non sbagliare

Sostenere la testa è un gesto molto importante e fondamentale. Fino a tre mesi infatti, le fasce muscolari del collo e del dorso non sono abbastanza forti per tenere autonomamente il peso della testa del neonato.  Non reggere la testa di un neonato può essere molto pericoloso e proprio per questo, è fondamentale capire come poter tenere in braccio il nostro bambino senza incappare in spiacevoli problemi.

Come si prende in braccio un neonato

Esistono due manovre che un genitore può svolgere per prendere in braccio il proprio bambino. Nel primo caso basta tenere una mano sotto la testa e il collo mentre, l’altra mano sostiene il culetto e la schiena. Questo è il gesto più semplice per tenere in braccio vostro figlio ed è anche il modo più sicuro per cui nonostante i pochi mesi di vita, non rischi assolutamente niente. La seconda manovra invece, è quella di mettere entrambe le mani sotto le ascelle e con le dita sostenere sia la testa che il collo.

Le posizioni per tenere in braccio un bambino

 Ora che sappiamo come prendere in braccio il nostro bambino, scopriamo in pochi e semplici passaggi anche le posizioni più comode per tenerlo. Una delle posizioni giuste per tenere il nostro bambino è quella della “culla”. Vi basterà tenerlo a pancia in giù con il culetto rivolto verso di voi, così da cullarlo tra le vostre braccia. Un’altra posizione molto comoda è quello di appoggiarlo sulle vostre spalle e con una mano tenere la schiena ed il collo.

Mina Del Nunzio

Mina Del Nunzio, laureata in Lettere e Filosofia indirizzo Scienze della Comunicazione, esperta in Copywriter & Seo. Dopo la laurea prende il diploma professionale di acconciatore donna e inizia a lavorare nei saloni. Con il sito web hair the top ha abbinato i suoi studi con la sua passione

Potrebbe piacerti...