mamme

Depressione post partum: come sapere se si soffre

Depressione post partum: come sapere se si soffre. Quando il tuo bambino è nato e ti sei ripreso dalla nascita, potresti ritrovarti a sentirti giù e incapace di dormire o piangere senza alcun motivo apparente.

Non è raro: dopo tutto, sei fisicamente ed emotivamente esausto e ti prendi cura di un bambino nuovo. Tuttavia, alcune mamme (fino alla metà!) hanno un problema più serio: la depressione postpartum.

Ma come si fa a sapere se si tratta di depressione post partum?

Il baby blues capita a quasi tutte le neomamme. Questo è spesso dovuto a un grave crollo ormonale e all’aumento degli ormoni che si verifica quando arriva il latte materno. Ecco come puoi dire se si tratta di depressione postpartum?

La depressione postpartum può iniziare nelle prime settimane o mesi dopo la nascita di un bambino. Il baby blues inizia nei primi giorni dopo la nascita e non dura molto a lungo.
Le mamme con depressione postpartum possono sentirsi sopraffatte dalle attività quotidiane e il legame con il loro bambino può essere difficile.
I sintomi della depressione postpartum includono sbalzi d’umore estremi, esaurimento, solitudine, irrazionalità, bassi livelli di energia, aggressività, tristezza e sentimenti di ansia. Alcune mamme pensano addirittura di fare del male a se stesse o ai propri bambini.

Gli esperti spiegano cos’è la depressione

Se ti stai chiedendo se stai affrontando la depressione postpartum , non farlo da solo. L’aiuto è là fuori se solo lo chiedi. Non c’è motivo di soffrire da soli o di vergognarsi di ciò che stai vivendo. Non sei una cattiva madre, hai solo bisogno di aiuto.

Se sospetti una depressione post-partum, parla con il tuo medico. Lui o lei può indirizzarti a un gruppo di supporto o persino prescrivere farmaci in modo che inizi a sentirti meglio.

Se sei un papà e sospetti che il tuo partner stia attraversando una depressione post-partum

Se pensi che tua moglie o il tuo partner soffrano di depressione postpartum, ecco alcune cose che puoi fare.

Offri un supporto pratico ed emotivo. Incoraggiala ad uscire con gli amici e ad uscire di casa ogni volta che è possibile.
Incoraggiala a parlare con il suo medico. Se resiste, considera di chiamare tu stesso il dottore. Potrebbe essere turbata all’inizio, ma si sentirà meglio quando riceverà l’aiuto di cui ha bisogno.
Comprendi che la depressione post partum è un problema reale. Non è nella sua testa e non sta inventando scuse o è pigra.

Le cause della depressione postpartum includono

Storia familiare o personale di depressione.
Esperienza traumatica del parto.
Cambiamenti ormonali.
Fattori di stress durante gli ultimi mesi di gravidanza, inclusi traslochi, conflitti familiari o lutti.

Come evitare la depressione post partum

Ricorda che hai appena dato alla luce un bambino. Sii gentile con te stesso e cerca di non cedere alle pressioni dei media secondo cui le neomamme dovrebbero assomigliare alle star del cinema subito dopo il parto. Non preoccuparti di essere la madre perfetta, la moglie perfetta o la casa perfetta. Invece, concentrati solo su come superare ogni giorno in un unico pezzo.

Se sospetti di soffrire di depressione postpartum, chiedi aiuto. Cerca di dedicare del tempo a te ogni giorno e non dimenticare di prenderti cura di te stesso. Un’attività fisica delicata e una dieta equilibrata possono aiutarti a sentirti più normale, ma a volte è necessario rivolgersi al medico per chiedere aiuto.

Le donne con una storia di depressione dovrebbero prepararsi prima del parto. Avere un piano in atto in modo da poter ottenere il supporto di cui hai bisogno. Potresti non vedere la depressione postpartum quando ce l’hai, quindi fai sapere ai tuoi amici e familiari cosa cercare.

Leggi anche Suggerimenti per viaggiare con i più piccoli

È depressione post partum? O più?

Circa una donna su 500 soffre di una forma estrema di malattia mentale dopo la nascita dei propri bambini. Si chiama psicosi puerperale e provoca agitazione, confusione, allucinazioni e persino l’impulso di fare del male a se stessi o ai propri bambini. Se temi di soffrire di psicosi puerperale, chiedi subito aiuto.

Ricorda, non sei solo. Starai meglio. Non è colpa vostra.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...