aborto
mamme

Dopo un aborto spontaneo: cosa fare?

Dopo un aborto spontaneo: cosa fare? Avere un aborto spontaneo è un pesante tributo emotivo da gestire per chiunque. È importante sapere che l’aborto spontaneo non è colpa tua: la maggior parte degli aborti avviene perché i cromosomi del bambino non si sviluppano correttamente. Tecnicamente, un aborto spontaneo è una perdita di gravidanza prima delle 20 settimane, mentre la maggior parte si verifica prima delle 12 settimane.

Soprattutto in questo periodo di COVID-19 e la possibilità di non avere accesso immediato alle cure mediche , sapere cosa fare durante un aborto spontaneo a casa ti preparerà per ciò che il tuo corpo dovrà fare per elaborare l’aborto e passare il feto e la placenta sopra.

Quali sono i segni di aborto spontaneo?


È importante conoscere i segni di aborto spontaneo . Secondo la Mayo Clinic , i sintomi possono includere:

Spotting vaginale o sanguinamento
Dolore o crampi nell’addome o nella parte bassa della schiena
Fluido o tessuto che passa dalla tua vagina
Se si verifica uno di questi sintomi, consultare il medico il prima possibile.

Se il tuo aborto spontaneo si verifica naturalmente senza intervento, si parla di gestione in attesa . Questo può essere un gioco di attesa per te mentre aspetti che il tuo corpo elabori le cose da solo. Potrebbero verificarsi spotting o sanguinamento insieme a crampi o forti dolori addominali. Questo è normale ma varia da donna a donna. In effetti, alcune donne non hanno sintomi esteriori dell’aborto spontaneo.

Se stai avendo un aborto spontaneo a casa, il medico probabilmente vorrà aspettare qualche giorno per vedere se il tuo corpo inizia il travaglio da solo. Questo è noto come aborto spontaneo naturale. Durante questo periodo, sarai sulle montagne russe emotive e probabilmente inizierai a provare profonda perdita e dolore . Una mamma che chiameremo Donna ha detto questo sull’attesa: “Non è sapere se è vero o no, questa è la parte più difficile. Fino a quando non ottieni la conferma che il tuo bambino è morto, rimani nella negazione, combattendo ciò che sai essere vero.

Cosa succede durante e dopo un aborto spontaneo?


Non tutti aspettano un aborto spontaneo naturale. Il medico può prescrivere farmaci come il misoprostolo che aiuteranno la contrazione dell’utero. Questo aiuta il tuo corpo ad espellere il feto e tutti i tessuti del parto attraverso la cervice.

Sia che tu abbia un aborto spontaneo naturale o che prendi farmaci per iniziare il processo, il tuo corpo attraverserà un processo simile al travaglio . Probabilmente inizierai con lo spotting che porterà al sanguinamento. Nel tempo, avrai crampi che alla fine porteranno a contrazioni . Cerca di non mangiare nulla durante questo processo in quanto può farti venire la nausea. Il tuo corpo non sarà in grado di dedicare l’energia metabolica necessaria per digerire il cibo. È meglio limitarsi a cubetti di ghiaccio e ghiaccioli se senti di aver bisogno di una sferzata di energia. Preparati al dolore del travaglio.

Puoi prendere antidolorifici da banco per alleviare i crampi. Se hai bisogno di qualcosa di più forte, il tuo medico sarà in grado di prescriverti qualcosa. Rimani idratato e usa un termoforo per alleviare parte del dolore. Assicurati di fare scorta di assorbenti super assorbenti per aiutare a raccogliere il sangue e i tessuti.

Il feto può essere più piccolo, ma il tuo corpo sta attraversando lo stesso processo di dilatazione e contrazione dei muscoli. Con le contrazioni, il tuo corpo può espellere coaguli di sangue e tessuti. Le contrazioni si avvicinano finché non si sovrappongono. Una volta che tutto il tessuto è passato, le contrazioni si attenuano ma non scompaiono immediatamente. Tutto ciò può richiedere ore per verificarsi.

La doula del lutto Susie Conrad ha detto a Mom.com di essere preparata per l’imprevisto. “Puoi vedere o meno il tuo bambino. Alcune persone non si aspettano di vedere un bambino. Quando il loro bambino nasce, può essere sorprendente”, ha detto.

Prendersi cura di sé dopo l’aborto spontaneo


Se sei già stato dal medico che ha confermato che il feto non era vitale prima dell’aborto, probabilmente ti è stato dato un kit per raccogliere il tessuto per il test. Se sei in grado di raccogliere il tessuto, questo potrebbe aiutare i medici a capire perché hai avuto l’aborto e prendere precauzioni per le gravidanze future.

Avrai voglia di riposare molto dopo l’aborto spontaneo. Il tuo corpo ha attraversato un processo molto faticoso e avrà bisogno di tempo per riprendersi. Aspettati che continuerai a sanguinare per circa una settimana dopo. Assicurati di avere un forte gruppo di supporto intorno a te che possa aiutarti a elaborare il dolore. Anche se può essere facile voler stare da solo, fai del tuo meglio per parlare con coloro di cui ti puoi fidare. Prendi un appuntamento per vedere il tuo medico nella settimana successiva all’aborto spontaneo.

Leggi anche Posso assumere integratori o farmaci durante la gravidanza?

Il medico cercherà all’interno dell’utero per verificare la presenza di tessuto trattenuto. Tieni presente che forti emorragie, brividi, febbre e secrezioni maleodoranti sono segni di un’infezione. Consultare immediatamente un medico se si verificano questi sintomi.

Conrad ci ricorda inoltre che anche quando l’aborto stesso sembra mite, il tuo corpo impiegherà tempo per riprendersi. “Il tuo corpo sarà fisicamente esausto per le settimane a venire e puoi facilmente esagerare”, ha detto. “Stai tranquillo e concediti del tempo”.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...