morte
mamme

Morte di un caro: come sostenere un autistico

Morte di un caro: come sostenere una persona autistica. La morte e la perdita sono una parte naturale della vita. Tutti noi faremo questa esperienza in momenti diversi della nostra vita. A causa della pandemia, le famiglie potrebbero subire più perdite e cambiamenti in questo momento. Ci sono state così tante situazioni difficili: morte di una persona cara, malattia a lungo termine, perdita del lavoro, indisponibilità delle attività preferite, chiusura di luoghi/spazi comunitari, perdita di sostegno, cambiamenti nella routine e aumento dell’isolamento. Questi eventi sono significativi e possono causare sentimenti di dolore e disperazione.

A volte sono previsti cambiamenti e perdite e tali eventi possono essere pianificati come una malattia a lungo termine o un divorzio. In questo caso, è possibile preparare in anticipo un piano di supporto. La perdita può anche essere improvvisa e coglierci di sorpresa, come un incidente. I piani di supporto anticipato non saranno in atto per una situazione del genere.

È importante essere in grado di fornire supporto a bambini e adulti nello spettro autistico con il processo di lutto nell’esperienza della perdita. Le loro reazioni possono essere ritardate o più intense del previsto. Potrebbero esserci anche domande e preoccupazioni sul rendere di nuovo prevedibile la vita, per fornire conforto e un senso di benessere.

Morte di un caro come sostenere un autistico

Morte di un caro: Reazioni al dolore

Emozioni
Esprimere emozioni può essere difficile per le persone nello spettro, ma ciò non significa che non ci siano sentimenti profondi. Julia, ha difficoltà a piangere ma è una persona molto sensibile. Un’altra mia amica ha detto che ha pianto per la prima volta all’età di 19 anni. A volte, l’emozione opposta si manifesta quando si soffre come una risata; tuttavia, questo non significa che la persona sia felice. Quando i miei figli erano più piccoli, spesso ridevano quando piangevo. Le reazioni emotive possono essere ritardate fino a quando non vengono elaborate, in particolare intorno a eventi traumatici.

Le seguenti reazioni possono essere parte del processo di lutto e dovrebbe essere fornito supporto:

rabbia
aggressione
diventando esigente
ansia
piangendo molto
ritirarsi e diventare insensibile
apparire calmo – indifferente o in controllo, distaccato
Preoccupazioni cognitive
Una persona potrebbe essere preoccupata per ciò che ha causato l’evento o che accadrà a loro. Molte persone si sentono in colpa anche quando muore una persona cara. A seconda dell’età e della comprensione cognitiva, potrebbero non comprendere appieno cosa è successo, quando potrebbe finire e chi si prenderà cura di loro.

Alcuni effetti cognitivi possono essere:

difficoltà nell’elaborazione delle informazioni
confusione
incapace di esprimere sentimenti o fare domande
incapace di chiedere aiuto o chiarimenti sulla situazione
loquace – fare le stesse domande ripetutamente, desiderando rassicurazione
chiedendo cose pratiche come chi preparerà i loro pasti
un aumento dei problemi con le capacità di funzione esecutiva (risoluzione dei problemi, essere sul compito, iniziare)
sentirsi fuori controllo
preoccupazione per la persona che se n’è andata
possono essere preoccupati che anche le persone a loro vicine muoiano o le lascino
Risposte comportamentali


Le risposte possono davvero variare a seconda della persona: alcune non avranno alcuna reazione e in altre potrebbero essere ritardate. A volte una reazione può verificarsi mesi dopo, rendendo difficile rendersi conto che è collegata a un evento passato come la morte o il divorzio. I comportamenti possono emergere di nuovo nell’anniversario di una perdita. È importante cercare di affrontare la causa di qualsiasi cambiamento nel comportamento e fornire supporto.

Morte di un caro: come sostenere un autistico

Morte di un caro: Alcune reazioni comportamentali sono

gettare cose o distruggere proprietà
ferire se stessi o gli altri
aumento dei comportamenti ripetitivi o di stimolo
irritabilità
voler stare da solo
regressioni e/o perdita di abilità
Reazioni fisiche


Le situazioni di perdita possono anche causare reazioni fisiche. Il corpo risponde agli eventi stressanti e alla perdita in molti modi. Eccone alcuni:

perdita di appetito
non dormire bene
i compiti di igiene personale sono trascurati
corpo dolorante
fatica
perdita di controllo dell’intestino/vescica
intensificazione del sovraccarico sensoriale

Leggi anche Dieci segni di ritardi legati all’autismo nei bambini

Come forniamo supporto?

Ci sono molti materiali disponibili per fornire supporto attraverso il processo di lutto per gli individui nello spettro. Morte di un caro: come sostenere un autistico. Tieni a mente:

Il processo di ognuno se diverso.
Convalida tutti i pensieri e i sentimenti.
Mantieni discussioni e materiali appropriati sia per l’età che per il livello di sviluppo.
Mantieni le routine quotidiane coerenti per fornire prevedibilità.
Essere pazientare.
Questo può essere un momento di confusione e ansia, soprattutto se le altre persone a casa si comportano in modo diverso.
Evita di cercare di rendere le cose “tutto migliori”. Questo è un processo che deve essere elaborato.
Cerca di rendere concreti concetti astratti come la morte. Evita di usare espressioni come morti, sono andati in paradiso, abbiamo perso X.
Usa le narrazioni sociali (una storia personalizzata) per spiegare i dettagli della situazione.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...