mamme

Piedi gonfi in gravidanza: come trattarli

Affrontare i piedi gonfi durante la gravidanza? Ce l’abbiamo. È già abbastanza brutto che la gravidanza significhi perdere il girovita e la capacità di vedere anche i piedi. Ma quando aggiungi i piedi così gonfi che sembra che tu possa a malapena camminare. Beh, è ​​abbastanza per farti iniziare a dubitare di Madre Natura nel primo posto.

Non tutte le donne sperimenteranno i piedi gonfi durante la gravidanza. Ma se sei una delle fortunate, continua a leggere: discuteremo in primo luogo del motivo per cui si verifica il gonfiore durante la gravidanza, parleremo di alcune cose che potrebbero aiutare e ti faremo sapere a cosa devi prestare attenzione nel caso in cui si sviluppi un problema.

Perché hai i piedi gonfi quando sei incinta?

Ci sono due ragioni principali per cui i tuoi piedi possono gonfiarsi durante la gravidanza. Uno è il fatto perfettamente normale che hai il 50% di volume di sangue in più durante la gravidanza, il che significa che il tuo corpo sta trasportando molti liquidi in più. Quel fluido è una buona cosa, spiega l’American Pregnancy Association , perché aiuta a preparare il corpo e le articolazioni all’atto fisico del parto ammorbidendo tutto. Ma, come sa ogni donna incinta, tutto quel fluido deve andare da qualche parte nel frattempo.

Grazie alla gravità – il fatto che la maggior parte di noi ha un lavoro. ai, la vita , da superare – che da qualche parte di solito finisce nei nostri piedi. “I piedi tendono a gonfiarsi durante la gravidanza a causa dell’aumento del peso corporeo e della massa corporea”.

L’altro motivo per i piedi gonfi durante la gravidanza potrebbe essere potenzialmente pericoloso: se sviluppi un gonfiore improvviso e grave accompagnato da altri sintomi come l’ipertensione, potrebbe essere un segno di una condizione chiamata preeclampsia.

Puoi curare il gonfiore quando sei incinta?

Sfortunatamente, non c’è molto che puoi fare per prevenire o curare i piedi gonfi durante la gravidanza. Alcune donne si gonfiano più di altre e fattori come quanto tempo stai in piedi, se stai mangiando molto sale, quanto sei idratato e come sarà il tempo avranno tutti un ruolo in quanto male il tuo il gonfiore otterrà.

I miei erano orribili in estate!” esclama Megan Strong , una mamma del Wisconsin. “Giuro che non so come i miei piedi non abbiano preso le smagliature!”

Inoltre, alcune donne trasportano semplicemente più liquidi durante la gravidanza e tenderanno ad avere più gonfiore. “Tutto quello che puoi davvero fare è bere molta acqua e tenere i piedi sollevati con i cuscini”, afferma la madre di una certa Hanna Miller, residente in Indiana. “È così normale, probabilmente sarà così anche dopo che avrai avuto il bambino!”

Alcune strategie che potrebbero aiutare a ridurre il gonfiore includono:

Indossare calze a compressione se stai molto in piedi durante il giorno
Ridurre l’assunzione di sodio (sale)
Rimanere idratati (so che sembra controproducente, ma la disidratazione può portare a più gonfiore!)
Agopuntura: celebrità come Jessica Simpson lo giurano per il gonfiore della gravidanza
Solleva i piedi il più possibile durante il giorno e la notte
La buona notizia è che, a meno che il medico non ti diagnostichi la preeclampsia, non c’è nulla di pericoloso nei piedi gonfi durante la gravidanza.

Quando preoccuparsi dei piedi gonfi durante la gravidanza

Come accennato in precedenza, la causa “anomala” dei piedi gonfi durante la gravidanza è dovuta a una condizione chiamata preeclampsia, è una condizione pericolosa che si verifica in genere dopo 20 settimane di gravidanza e può essere pericolosa per la vita a te e al tuo bambino.

La condizione è caratterizzata da diversi fattori, come gonfiore alle mani e ai piedi, proteine ​​nelle urine e ipertensione. Poiché il gonfiore può anche essere del tutto normale durante la gravidanza, è difficile sapere se il tuo gonfiore è un problema, ma fortunatamente il medico controllerà la preeclampsia ogni volta che fai un controllo prenatale. Tuttavia, detto questo, se sviluppi un gonfiore improvviso e grave o hai altri sintomi, come dolore addominale o inizi a vedere macchie negli occhi, chiama il medico al più presto.

Leggi anche Infezioni dell’orecchio: l’aglio come rimedio naturale

L’altra cosa di cui devi essere consapevole è che la preeclampsia può sempre verificarsi anche dopo aver partorito, in una condizione chiamata preeclampsia postpartum . Quindi, se noti che il gonfiore non diminuisce dopo aver partorito o peggiora, assicurati di chiamare immediatamente il medico.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...