pressione sanguigna
mamme

Pressione sanguigna alta in gravidanza, cosa fare

Pressione sanguigna alta in gravidanza, cosa fare. La pressione alta, chiamata anche “ipertensione”, può creare problemi durante la gravidanza, sia che l’avessi avuta prima della gravidanza o sia nuova in gravidanza

La pressione alta che hai prima della gravidanza è chiamata ipertensione cronica. L’ipertensione arteriosa che si sviluppa durante la gravidanza è ipertensione gestazionale. Entrambe queste condizioni possono peggiorare con la gravidanza e possono progredire in una condizione correlata alla gravidanza chiamata “preeclampsia”.

Complicazioni della pressione alta per mamma e bambino

Le donne in gravidanza con pressione alta hanno un rischio maggiore di separazione prematura della placenta (rottura della placenta), taglio cesareo ed emorragia dopo il parto. Hai un rischio maggiore di avere malattie cardiache e renali più avanti nella vita. Il tuo bambino corre il rischio di nascere presto, crescere più piccolo del normale, nascere morto o morire subito dopo la nascita. Se hai la pressione sanguigna molto alta, come a volte accade con la preeclampsia, puoi avere complicazioni tra cui convulsioni, ictus, complicazioni renali o epatiche e persino la morte.

Come faccio a sapere se ho la preeclampsia?

Attualmente non esiste un metodo di screening per la preeclampsia. Se soffri di ipertensione cronica o gestazionale, aspettati che i tuoi fornitori ti monitorino attentamente per rilevare i sintomi (vedi riquadro). Controlleranno i segni che potresti sviluppare preeclampsia, tra cui pressione alta e cambiamenti nei valori di laboratorio. Alcune donne che sviluppano la preeclampsia hanno fattori di rischio (vedi sotto) ma molte donne con preeclampsia non hanno fattori di rischio.

Sintomi da segnalare: alcune donne non hanno sintomi fino a quando la loro pressione sanguigna non è pericolosamente alta

Mal di testa
Cambiamenti nella vista (macchie negli occhi, visione offuscata, ecc.)
Gonfiore (edema) ai piedi, alle gambe, alle mani o al viso
Soprattutto edema che non si risolve con il riposo
Aumento di peso improvviso weight
Nuova nausea o vomito nella seconda metà della gravidanza
Respirazione difficoltosa
Dolore epigastrico (sotto le costole nella zona della parte superiore del ventre) o alla spalla
Il tuo bambino si muove meno del solito (parla con la tua infermiera di fare i “conteggi dei calci” fetali giornalieri)
Fattori di rischio per la preeclampsia:

Preeclampsia in una precedente gravidanza
Essere incinta di due gemelli, tre gemelli o più
Ipertensione cronica
Diabete di tipo 1 o 2
Malattie renali
Malattie autoimmuni
Mai essere incinta prima (nulliparità)
Indice di massa corporea pre-gravidanza maggiore di 30
Madre o sorella che aveva la preeclampsia
Età materna 35 anni o più
Essere afroamericano

Pressione sanguigna alta: Ipertensione cronica

L’ipertensione cronica è l’ipertensione diagnosticata prima della gravidanza o prima della ventesima settimana di gravidanza. Se hai questa condizione prima della gravidanza, collabora con i tuoi fornitori di cure per curare la pressione sanguigna. Chiedi una consulenza su peso, alimentazione e attività salutari per iniziare la gravidanza nel modo più sano possibile. Fai sapere al tuo medico che stai pensando di rimanere incinta in modo che possa prescrivere farmaci antipertensivi sicuri in gravidanza. Evita l’assunzione eccessiva di sale e caffeina e chiedi aiuto per smettere di fumare. Dopo 12 settimane di gravidanza, il medico potrebbe consigliarti di assumere aspirina a basso dosaggio ogni giorno per aiutare a prevenire la preeclampsia.

Pressione sanguigna alta: Ipertensione gestazionale

L’ipertensione gestazionale è l’ipertensione arteriosa diagnosticata dopo la ventesima settimana di gravidanza. Se soffri di ipertensione gestazionale, il medico controllerà la pressione sanguigna più spesso e potrebbe prescriverti farmaci per abbassare la pressione sanguigna se la pressione sanguigna continua ad aumentare. A seconda dei fattori di rischio, il medico può raccomandare l’aspirina a basse dosi ogni giorno dopo 12 settimane di gravidanza per prevenire la preeclampsia.

Leggi anche Sono incinta? Dopo quanto tempo posso saperlo

Monitoraggio della pressione alta in gravidanza

Quando hai la pressione alta in gravidanza sei considerata “ad alto rischio”. Tu e il bambino sarete monitorati più spesso. Il tuo medico controllerà regolarmente la tua pressione sanguigna e ordinerà test di laboratorio per misurare la tua funzionalità renale ed epatica. La crescita e il benessere del tuo bambino saranno controllati con ecografie e monitoraggio cardiaco fetale. In qualsiasi momento della gravidanza, se la pressione sanguigna aumenta abbastanza, potresti essere ricoverata in ospedale per un monitoraggio più attento. Se necessario, il tuo medico potrebbe prescriverti un farmaco chiamato solfato di magnesio per aiutarti a prevenire attacchi epilettici (eclampsia) o altre complicazioni. Il tuo fornitore può consigliare di consegnare il bambino in anticipo se la tua condizione diventa pericolosa per te o per il tuo bambino.

Ricorda che la pressione alta può essere “silenziosa”. Conosci il tuo corpo meglio di chiunque altro, quindi se sei preoccupato per qualsiasi sintomo o semplicemente non ti senti “a posto”, informa il tuo medico in modo che tu e il tuo bambino possiate essere controllati.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...