Salute del Gatto

Disturbi delle cellule staminali dovuti a sviluppo e maturazione anormali nei gatti

Disturbi delle cellule staminali dovuti a sviluppo e maturazione anormali nei gatti. Sindromi mielodisplastiche nei gatti

Le sindromi mielodisplastiche sono un gruppo di disturbi che colpiscono le cellule staminali ematopoietiche del gatto, che formano i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine. Questi disturbi sono caratterizzati dallo sviluppo e dalla maturazione anormali delle cellule staminali ematopoietiche e possono essere primari (congeniti) o secondari (a causa di cancro, esposizione a farmaci e/o infezioni).

Sindromi mielodisplastiche più comuni nei gatti che nei cani .

Sintomi e tipi

Debolezza
letargia
Mucose pallide
Perdita di peso
Sanguinamento eccessivo
Infezioni ricorrenti
Ingrossamento di milza e fegato

Disturbi delle cellule staminali: cause

Le sindromi mielodisplastiche sono spesso associate alle infezioni da FeLV . Altri fattori di rischio includono:

infezioni
Displasia del midollo osseo
Neutropenia idiopatica
Tossicità da farmaci (p. es., estrogeni, agenti antitumorali citotossici o combinazione di trimetoprim e sulfamidici)

Diagnosi

Dovrai fornire una storia completa della salute dei tuoi gatti, compresa l’insorgenza e la natura dei sintomi, al tuo veterinario. Lui o lei effettuerà quindi un esame fisico completo, oltre a un profilo biochimico, analisi delle urine e emocromo completo (CBC). L’analisi del sangue è particolarmente importante per formulare la diagnosi, poiché può rivelare una riduzione anormale del numero di cellule del sangue (citopenia). In alcuni gatti si osserva anche anemia megaloblastica .

Altri reperti anomali possono includere piastrine grandi e bizzarre e granulociti immaturi (tipo di globuli bianchi) con forma e dimensioni anomale. Il veterinario preleverà anche un campione di midollo osseo per valutare il processo di produzione di globuli rossi e globuli bianchi e identificare le anomalie.

Disturbi delle cellule staminali: Trattamento

Il trattamento è solitamente non specifico a meno che non venga identificata la causa sottostante. Spesso i gatti affetti da sindromi mielodisplastiche sono soggetti a gravi complicazioni, come infezioni, e richiedono cure infermieristiche intensive. In questi casi, questi animali saranno sottoposti a terapia antibiotica fino alla normalizzazione della conta dei globuli bianchi. Questi gatti sono anche più suscettibili a gravi anemia ed emorragie e richiederanno più trasfusioni di sangue.

Vivere e gestire

Sono necessari esami del sangue regolari durante il trattamento per valutare i progressi dell’animale. Sfortunatamente, la prognosi complessiva di questi animali non è buona, anche dopo il trattamento. Mantenere stabile il gatto è, tuttavia, necessario per prevenire un ulteriore aggravamento dei sintomi.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.